Miriam Leone su sedia a ruote, Pierfrancesco Favino con piade appoggiato sulla ruota della sedia. Titolo del Film Corro da Te
Articolo di Annalisa Noacco

Disabilità nel cinema: Corro da te è un esempio di come sul grande schermo sia possibile trattare il tema della disabilità a 360 gradi con ironia e rispetto, relegando in un angolo gli stereotipi sulla disabilità.

Con Pierfrancesco Favino, Miriam Leone e diretto da Riccardo Milani, il film è stato presentato in anteprima assoluta a Milano il 15 marzo 2022. All’evento organizzato da Peba Onlus, che ringraziamo per averci invitati, c’erano alcune associazioni portatrici di interesse, tra cui IO CI VADO APS, rappresentata da Debora Del Dò e dalla sottoscritta. 

Fedele remake della commedia francese Tutti in piedi, prima pellicola da regista del francese Franck Dubosc, Corro da te racconta la disabilità con la giusta ironia, pur affrontando dei temi impegnativi. Un film in cui si parla di accettazione di sé, pietismo e del distanziamento verso le persone disabili da parte di chi non ha mai toccato con mano, indirettamente o direttamente, la disabilità.

Costruita con attenzione, la pellicola si è rivelata non banale e molto ben calibrata rispetto agli argomenti trattati. Gli interpreti sono riusciti in modo magistrale a far passare i significati più profondi della questione. 

Unico appunto: sarebbe stato interessante vedere la disabilità motoria interpretata anche da attori che, vivendola ogni giorno, la conoscono in prima persona. 
Film assolutamente consigliato, Corro da te, tra risate e momenti profondi, arriva dritto al cuore dello spettatore, apre la mente e dà vita a molte riflessioni.

Comments are closed.